Legame
Brevi riflessioni random

Per fortuna

E in quest'ultima occasione in cui abbiamo trascorso un'intera giornata assieme come non succedeva da molto - causa impegni vari e la vita, come sempre - c'è stato un momento in cui li ho guardati dicendogli: "Ma ci pensate che stiamo insieme così già da sette anni?". Eravamo lì, tutti e cinque ammassati su un divanetto da tre persone uno sopra l'altra con la stessa sintonia e complicità che ci ha contraddistinti nei cinque anni passati condividendo quasi ogni giorno della nostra esistenza tra avventure, compiti, temi, storie, pianti, risate - soprattutto - e qualsiasi altra cosa. Li ho guadati e ho pensato che fossero la mia famiglia. Anche se non ci è più permesso trascorrere la maggior parte del nostro tempo insieme, quando ci rincontriamo dopo settimane o mesi che siano siamo sempre gli stessi, ripartiamo sempre dove ci siamo lasciati, legati da qualcosa che spero non si perda mai. Mi sono sentita fortunata.

Annunci
Ritenta
Brevi riflessioni random

RITENTA SARAI PIU’ FORTUNATO

Dedico la seguente - molto breve - riflessione al suddetto esame che, lo confesso da subito, non è andato. Lo avevo previsto e metabolizzato, e infatti è successo. Purtroppo sono partita con una base prevalentemente teorica che non riesce ad essere sufficiente per una prova pressochè costituito da esercizi ed esercizi ed esercizi... Mi ero svegliata già male, e non male come da copione ma con mal di testa e mal di pancia, già come per preannunciare l'andazzo della giornata. Quindi colazione, pillola che aiuti a ritrovare la voglia di vivere, ripasso non troppo convinto e due treni. Alla fine, nonostante i miei buoni propositi, mi sono ritrovata sommersa di numeri in sovraccarico di informazioni: Error 404 page not found. Come se non bastasse anche la calcolatrice ha deciso di sabotare il tutto presentandomi risultati di dubbia provenienza. Grazie mille.

Suggestivo
Stupidità gratuita

Suggestivo

Troppo presa dal mio turbolento risveglio, ieri, ho dimenticato di raccontare l'incantevole esperienza vissuta due sere fa. In questo periodo, nella cittadina dove abito, viene organizzato ogni anno un evento culturale che prevede spettacoli, mostre e visite allestite all'aperto o comunque al di fuori delle mura teatrali, come palazzi antichi, strade, giardini e boh, non… Continue reading Suggestivo

Dolci risvegli
Brevi riflessioni random

Dolci risvegli

E' inutile che poi vi lamentate se vi guardo male, è già tanto se non vi voglio morti. Per me, è un dato di fatto che la notte non sia una faccenda facile: soffro di insonnia e sono incline a fare incubi o ad essere tormentata da sogni, troppi sogni, anche molto particolari di cui spesso non riesco a comprenderne l'origine - ma questo è un altro discorso e forse ne parlerò in futuro. Non dico quindi di svegliarmi già stanca, ma sicuramente ci metto il mio tempo ad entrare in contatto con il mondo, a capire dove e chi sono, a ricordarmi cosa devo farne della mia vita e ad aggiornare la liste delle persone che voglio vive e delle altre che vorrei un po' meno vive. E' una gran fatica, e come il cellulare intima di non spegnerlo o smanettare con i tasti durante l'upgrade allora io non voglio essere toccata, guardata, punzecchiata, coinvolta in conversazioni o pianificazioni di qualsiasi tipo prima di almeno venti minuti e soprattutto prima di aver mangiato. 

Cieca
Eric s'è perso

Finto amore

Ho conosciuto una ragazza, che era da anni in una relazione che riteneva monotona  e poco stimolante. Mi aveva detto che a volte le sembrava di avere un peso e che il suo ragazzo aveva un carattere troppo introverso e passivo, mentre lei avrebbe preferito un rapporto più aperto, intraprendente e dinamico. Lo ha lasciato qualche mese dopo. 'Bene' direte voi. E invece a distanza di poco tempo mi confessa di esserci tornata insieme e alla mia espressione confusa e stupita la sua risposta è stata: "Mi mancava la sicurezza".

Via
Brevi riflessioni random

Via

Vorrei non essere qui. Vorrei anche io prendere e andare, per staccare. Per non pensare a esami, lavoro, soldi, magistrale, persone e altre persone ancora. Sono una di quelle che se non avesse mene economiche e obblighi universitari probabilmente resterebbe in casa una media di una settimana al mese. Ho realizzato che quest'anno non sono neanche andata all'estero. Sono stata tre giorni a Firenze - meravigliosa Firenze - ma non ho scoperto nulla di nuovo. Nessuna capitale europea, nessuna cultura o vita abbastanza lontana dalla mia.

Pride and proud
Perle di disagio

Pride and proud

È stata una manifestazione per gli uguali diritti di gay o qualsivoglia tendenza, di disabili, delle donne e, indirettamente, di ogni forma di espressione umana purchè pacifica. C’erano musica, colori e striscioni ovunque, abbiamo ballato e cantato tutti senza paura di essere giudicati o derisi. Ho visto persone piangere ma di gioia, scherzare e prendersi in giro senza cattiveria e ho visto la gente che guardava da fuori coinvolta e con gli occhi luminosi. Per una delle prime volte nella mia vita ho avuto speranza nell’umanità, speranza che questo mondo prima o poi non possa totalmente cambiare ma almeno che i ruoli s’invertissero e che la minoranza diventassero i razzisti, gli xenofobi, gli homofobi e gli intolleranti.